domenica 14 luglio 2013

Mattinata vs Vieste, gelaterie a confronto.

Finalmente in vacanza, e finalmente di nuovo in viaggio! A parte brevi tappe in qua e là, da Piacenza alla Valle d'Aosta, eccoci di nuovo all'avventura. Siamo partito venerdì dopo una disastrosa sosta al Centro Tim, ma questa un'altra storia ed intendo scordarmela!, per fare una prima sosta in Umbria, dove i nonni della Maghetta ci hanno ospitato per una notte che interrompeva i 600 km che intercorrono con la nostra meta definitiva.
I primi assaggi pugliesi son freschi e dolci, in queste prime 24 ore di soggiorno le nostre attenzioni si sono concentrate sulle gelaterie, da qualche parte bisogna pur iniziare!


Siamo a Mattinata, sul Gargano, in Puglia, respiriamo aria di mare da un garage rimesso a monolocale appena a 30 mt sul mare trovato ad una cifra assai ragionevole su www.casavacanzeuliveto.it. Il posto è accogliente, sorprendentemente fresco e ventilato, grazie alle zanzare ci sentiamo quasi a casa, con la differenza che qui prediligono più me che la Maghetta e Nathan!
Ieri dopo che ci siamo sistemati con tutta la razionalità di sistemare i nostri numerosi bagagli nella piccola casa, abbiamo cenato con le provviste avute in dono dagli orti umbri, e siamo partiti per la movida del sabato sera, facendoci ben 40 minuti di litoranea verso Vieste. Ma ne valsa la pena! Sarebbe stato sicuramente suggestivo godersi il paesaggio della strada di con qualche raggio di luce in più, per per questo avremmo tempo. Per adesso ieri ci siamo goduti due passi nel centro storico di Vieste affollato di persone, le case di calce bianca si ergevano nella notte, la brezza rinfrescava i corpi che si accalcavano tra le viuzze inerpicate nella roccia, come nei grandi viali in basso. Ci siamo goduti un maxi gelato, nonostante la social dieta non mia che prosegue anche in vacanza, in una gelateria della quale al momento non ricordo il nome, ma son sicura che fuori ci fosse scritto che il gelataio aveva vinto il quinto premio di un campionato del gelato. Fatto è che il bancone era super affollato, per fare la fila alla cassa c'era il biglietto come al supermercato e la cassiera era talmente in carne che non lasciava dubbi sulla bontà del prodotto. Non riuscendo a vedere tutti i gusti del banco per la folla ho chiesto direttamente alla morbida signora quale fosse la specialità della gelateria, e ci ha indirizzato verso un gusto mandorla e fichi, cocchissimo una sorta di biscottino e un pistacchio bio senza zucchero. Buono, senza lode ma decisamente buono.
Per continuare a parlare di gelaterie, stamani a causa temporale ci siamo tenuti in zona e non siamo andati molto oltre il paese si Mattinata. Cercavamo una pasticceria per prendere il caffé. Ma come spesso accade la pasticceria più promettente non faceva il servizio bar, ci ha quindi indirizzato verso una gelateria gabrielino.it. Meraviglia! Il locale piccolino e ben curato offriva un banco gelati assai promettente, ma visto l'ora e la recente pre colazione a pane e marmellata valdostana, desideravamo solo un caffé. Il signore dietro il banco si muoveva lento e silenzioso, non curante degli avventori che si addensavano dietro il banco. Mentre attendevamo di sapere se avesse anche brioches, ha messo diverse vaschette di gelato al suo posto, farcito l'unica brioche visibile alla cioccolata ad una signora che se l'è poi portata via in una busta e un dec ad un'altra paesana. Quando toccato a noi abbiamo chiesto due caffé e se possibile la brioche farcita. Ce l'ha fatta con la dovuta calma, per la modica cifra di 2,60 euro. Ci torneremo, con la dovuta pazienza, che lì per lì, ancora carichi della frenesia cittadina ci stava per scappare.
Per ora la vacanza promette bene, wifi permettendo, ne lasceremo traccia.

1 commento:

Baol ha detto...

Benvenuti in Pugliaaaaaaaaaaaaaa!!!!

Appena decidete di scendere un po' più giù, fatemi un fischio!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
google-site-verification: googlec495cc6d006329c6.html